I luoghi della mente e il cuore dei territori

I luoghi della mente e il cuore dei territori

Le nuove prospettive  sul rapporto fra psiche e paesaggio

di Francesco Clemente

“Mindscapes” è un saggio dello psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi, professore ordinario di Psicologia dinamica all’università La Sapienza di Roma, edito nel 2017 da Raffaello Cortina editore. Con il neologismo “mindscape” l’autore  affronta un tema ancora non molto indagato scientificamente nell’ambito della psicologia contemporanea, ovvero il rapporto fra la psiche e  il paesaggio. La prospettiva interpretativa è aperta, non preclude nessuna chiave di lettura, ma si svolge nel solco della psicoanalisi, della letteratura e della neuroestetica, per rispondere ad una domanda fondamentale: La nostra mente ha un luogo elettivo? La nostra esistenza può ignorare il rapporto mentale con il luogo, il paesaggio che l’avvolge? Infine, il luogo che rincorriamo fuori di noi, rivela forse il rapporto interiore e originario con chi ci ha guardato la prima volta?

Alla fine della lettura di questo poliedrico saggio di Vittorio Lingiardi, il lettore attento e versato alla battuta salace potrebbe domandarsi che cosa sarebbe stato capace di scrivere questo psichiatra se avesse redatto un libro dichiaratamente accademico, almeno come lo intende lui. Nel post scriptum contenuto nella nota dell’autore con una certa meraviglia ci s’imbatte nella considerazione che non si tratterebbe di un libro di quel tipo. Al netto delle analisi, forse questo è un saggio di gran lunga più incisivo di un’ordinaria trattazione scientifica, perché riesce a fondere l’ispirazione lirica della letteratura, della poesia e delle arti figurative, con lo scandaglio investigativo delle neuroscienze. Il risultato sono queste pagine suadenti, nelle quali si tenta la ricomposizione fra le due anime della “sophia” umana: da un lato lo sguardo interiore e soggettivo dell’umanesimo, dall’altro la tendenza all’oggettività del naturalismo. Il paesaggio non è dunque dissociato dalla mente e dalle sue dinamiche. Come ci ricorda Lingiardi proprio nel cuore di queste pagine, lo stesso Freud ebbe modo di osservare che la personalità umana è raffigurabile come una geografia, un territorio di cui la psicoanalisi è chiamata a tracciarne i confini, destreggiandosi fra le pretese espansionistica di Io, Inconscio e Super-io. Che dire, poi dei rapporti fra paesaggio e organi genitali? O di quello che Barthes ha definito come “l’immenso vocabolario dei volti e dei profili”, ovvero il fatto che i visi stessi delle persone possono diventare un paesaggio? Cosa pensare, infine, della spinta a tornare nei luoghi dell’origine nostra, personale, in un discorso che inevitabilmente interpella in maniera non stucchevole la nostalgia, non come sentimento passeggero, bensì come condizione potremmo dire ontologica, in quanto non eliminabile completamente dalla nostra vita, poiché appunto è da intendersi come “vocazione al ritorno al punto da cui si è provenuti”? Questi sono gli interrogativi di Lingiardi, formulati con una prosa felicemente ibrida, sospesa fra seriosità trattatistica e afflato sentimentale, una cifra stilistica che finisce per porre un sigillo distintivo su queste pagine. Domande, quelle di Lingiardi,  che guidano il lettore su sentieri di riflessione di raro fascino, alla scoperta di una verità apparentemente paradossale: il volto del paesaggio fisico, di quel prato, di quelle nuvole, di quel mare che ci sta difronte, in realtà è il volto della nostra anima, in un gioco di rimandi e di specchi, dove l’arte e la scienza, la poesia e la psicologia, lo spirito e la natura, sono i due volti autentici di quel mistero unico che è la nostra esistenza.

Le fonti relative alle immagini sono state ricavate dai siti seguenti:

http://www.psicoterapiajunghiana.com/paesaggi-punto-vista-psicologico/https://us.123rf.com/450wm/nuvolanevicata/nuvolanevicata1505/nuvolanevicata150500003/39651529-un-uomo-guardando-attraverso-uno-specchio-vuoto-e-vede-il-paesaggio-che-lo-circonda.jpg?ver=6http://www.radio3.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-ad651b93-b85f-40ef-9f90-ac5b818b1ca1.html

Facebook Comments

1559total visits,5visits today